Bonus Mobili 2022: cosa cambia dopo il 31/12/2021

Dalla bozza del disegno di Legge di Bilancio 2022, comma 2 art.8 dovrebbe confermare il Bonus mobili dal 2022 a tutto il 2024 sempre con aliquota al 50%, ma il limite massimo di spesa ammesso in detrazione dovrebbe passare a 5.000€

Al momento sono solo ipotesi, non confermate, ma quasi certamente ci sarà una forte marcia indietro rispetto alle grandi novità introdotte nel 2021 riguardanti il bonus mobili . Nel 2021 Federmobili, nostra associazione di categoria, aveva contribuito a portare il limite di spesa da 10.000 a 16.000€, quindi chi nel 2020 aveva utilizzato il bonus mobili solo fino a 10.000€ poteva portare in detrazione altri 6.000€

Bonus Mobili 2021 - Federmobili

I nostri clienti potranno comunque ottenere un ulteriore risparmio rispetto alle già vantaggiose condizioni che normalmente applichiamo.

Rimangono invariate le modalità di pagamento ovvero tutte le somme devono essere tracciate: trovi tutte le indicazioni da seguire con attenzione sulla nostra Guida Bonus Mobili

Il bonus mobili è utilizzabile per ciascun immobile di cui si ha disponibilità, indipendentemente dal fatto che sia o meno di proprietà (es. il figlio può usufruire del bonus mobili per la casa di proprietà dei genitori con cui convive). L’immobile deve rientrare nelle ristrutturazioni ovvero in interventi di manutenzione straordinaria, risanamento o restauro anche senza regolare documentazione ( SCIA, CILA, DIA o CIL): è possibile rientrare nella cosiddetta ristrutturazione libera producendo un’autocertificazione che attesti l’inizio lavori

Il bonus mobili è legato alla ristrutturazione dell’immobile ovvero a lavori di manutenzione straordinaria: è quindi definito anche come bonus “trainato” anche dal SuperBonus 110%, ma non può godere dello sconto in fattura o cessione del credito come stabilito dal Decreto Sostegni 2021

Infine le ultime indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate confermano che è possibile usufruire del Bonus Mobili anche senza presentare l’ ISEE ovvero non solo come persona fisica, ma anche per le società: la discriminante diventa quindi il pagamente delle tasse (IRPEF o IRES) effettuato in Italia.

Per tutti i dettagli vi invitiamo a contattare il Vostro consulente fiscale (commercialista / CAF) e leggere l’approfondimento chiaro e preciso redatto da Federmobili sul Bonus Mobili 2021

Altri link utili:


Stai pensando di ristrutturare casa? Vorresti cambiare l’arredamento? Richiedi una consulenza gratuita di un nostro arredatore! Chiamaci allo 0495975200 o compila il modulo e sarai ricontattato/a

News e curiosità

Cucina
Cinzia Pegoraro

Cucina alta? Detto, fatto!

La soluzione perfetta per chi desidera una cucina che occupi in modo esemplare una stanza dal soffitto alto, senza mai perdere di vista il design

Read More »
I colori della natura in una cucina di splendido design

Entrate in questa cucina e lasciatevi accogliere da un abbraccio di armonia avvolgente.
I colori sui quali posate lo sguardo, grigio foca opaco sulle colonne e bianco piuma opaco su pensili e basi, creano un gioco di luci e ombre che…

Categorie e #hashtags

Desideri avere più informazioni? CONTATTACI!