Come deve essere eseguito il bonifico per bonus mobili?

Molti nostri clienti ci chiedono come deve essere eseguito il bonifico per bonus mobili: in effetti c’è molta confusione e le prime a crearlo purtroppo sono le banche pertanto vi invitiamo a condividere la nostra Guida al Bonus Mobili con il vostro C.A.F. o Commercialista, ma soprattutto con l’addetto allo sportello se andate in banca ad effettuare il pagamento: molto spesso anche gli operatori bancari seguono ERRONEAMENTE la procedura predisposta dai loro Istituti.

Dovete infatti sapere che tutti i bonifici che vengono effettuati con detrazione fiscale, la banca trattiene l’8% sull’imponibile versato e questo significa che sull’importo del Bonus Mobili ad esempio di 10.000€ – iva 22% = 8.196,72 x 8% = 655,74€. Il fornitore di mobili, come Visma Arredo, riceve quindi un accredito di soli 9.344,26€

Dove finiscono gli altri soldi: finiscono in una voce “credito IVA” ovvero un anticipo tasse che possono essere utilizzate dal 30 aprile dell’anno successivo, quindi anche oltre un anno dopo aver ricevuto il bonifico dei clienti. Ma non è solo una questione di tempo: per poter usufruire di questo credito è necessario una certificazione da parte del commercialista che consta in un ulteriore controllo amministrativo da parte nostra oltre ad una parcella del nostro professionista di circa 2.000€. Per approfondimenti e conferme potete leggere questo articolo di Tasse-fisco.com

Per questo vi raccomandiamo di prestare la massima attenzione mentre si esegue il bonifico per bonus mobili: per ogni dubbio non esitate a contattarci allo 0495975200

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *